RISPOSTA DELLA COMMISSIONE ALL’INTERROGAZIONE SUL FENOMENO DELLE SETTE RELIGIOSE

http://www.sergioberlato.it/euronews_archivio_dettaglio.asp?newsl=116#p4

Lettera europea d’informazione dell’on. Sergio Berlato, deputato al Parlamento europeo

Berlato Euronews n. 23 del 14 Giugno 2010

 

RISPOSTA DELLA COMMISSIONE ALL’INTERROGAZIONE SUL FENOMENO DELLE SETTE RELIGIOSE

Il 16 marzo scorso è stato arrestato a Roma il capo della setta “Re Maya”, che era riuscito a fidelizzare un nutrito gruppo di seguaci. Secondo le accuse dei pubblici ministeri, egli avrebbe abusato sessualmente di bambine di 10-12 anni e delle loro madri ed estorto denaro agli adepti con l’inganno. Questo agghiacciante episodio di cronaca riporta l’attenzione sul fenomeno, in costante crescita, dell’adesione alle sette religiose. In Italia sono più di 80.000 gli adepti che aderiscono a varie sette: il 52 per cento delle vittime sono adulti e, nel 56 per cento dei casi, si tratta di donne. I giovani sono inoltre più del 40 per cento. Le sette religiose sono rappresentate da gruppi che plagiano, attraverso vere e proprie tecniche di manipolazione mentale, principalmente le persone che attraversano momenti di difficoltà e che, quindi, sono i soggetti più vulnerabili della società odierna. In tale contesto, milioni di persone risultano succubi di santoni e presunte guide spirituali. Preso atto di questa situazione, l’on. Sergio Berlato ha ritenuto opportuno presentare un’interrogazione parlamentare alla Commissione europea per sapere quali strumenti essa suggerisce di adottare affinché la società civile e le istituzioni affrontino in modo deciso ed adeguato alla sua gravità, questa problematica e come ritiene inoltre di intervenire al fine di tutelare i cittadini europei da simili aberranti episodi di violenza.

 

Riportiamo di seguito la risposta della Commissione europea all’interrogazione in oggetto:

“I fenomeni settari sono particolarmente inquietanti, e alcune attività o situazioni che ne derivano sono suscettibili di rientrare nell’ambito di competenza di strumenti dell’Unione, nella fattispecie di quelli relativi alla tratta degli esseri umani, agli abusi sessuali sui bambini o alle vittime

.

In materia di lotta contro la tratta degli esseri umani e contro gli abusi sessuali sui bambini, il 29 marzo 2010 la Commissione ha adottato due proposte di direttive destinate a sostituire le decisioni quadro rispettivamente in vigore, le quali prevedevano già un livello minimo di ravvicinamento delle legislazioni nazionali in materia. Si tratta di un pacchetto ambizioso che adotta un approccio globale in merito alla lotta contro i crimini con conseguenze gravi per le vittime.

Per la prima volta degli strumenti giuridici dell’Unione europea affrontano questi tre gravi problemi su tre fronti: il perseguimento penale degli aggressori, la protezione delle vittime e la prevenzione dei fenomeni.

 

Le proposte partono dall’acquis in vigore per poi incorporare i progressi compiuti nell’ambito delle convenzioni del Consiglio d’Europa nel frattempo elaborate. Esse vanno oltre il già elevato livello di protezione raggiunto nell’ambito di tali convenzioni per fornire un vero valore aggiunto. Le proposte saranno oggetto di discussioni approfondite in seno al Consiglio e al Parlamento.

Per quanto concerne la protezione delle vittime, l’Unione ha adottato la decisione quadro 2001/220/GAI del 15 marzo 2001 concernente lo statuto delle vittime nell’ambito delle procedure penali che impone agli Stati membri l’adozione di misure di assistenza alle vittime prima o dopo una procedura penale, che potrebbe applicarsi alle vittime di gruppi settari che infrangono la legge penale di uno Stato membro. Al di là dell’applicazione del diritto dell’Unione, gli Stati membri vegliano al rispetto della propria legislazione nazionale in materia, ivi compreso il diritto penale”.

 

Per maggiori informazioni sulle interrogazioni parlamentari presentate alla Commissione europea e sulle relative risposte:

http://www.europarl.europa.eu/sidesSearch/search.do?type=QP&language=IT&term=7&author=4746

 

 

 

Messo il tag:, , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: